Corpo

Viso

Igiene


L'Hammam

I Saponi sono nati negli Hammam, dove furono centrali nel "Savonage", il rituale principe di purificazione, e in quasi tutti i suoi trattamenti estetici.

Ancora oggi, il Sapone di Nablus, neutro o arricchito, insieme al Sapone d'Aleppo, sono utilizzati nei migliori centri benessere e SPA di tutto il mondo, non solo di ispirazione araba, ma anche romana, nordeuropea ed orientale.



Saponi, Savonage ed Hammam

Sherazade:
...una città non è completa senza un Hammam...

Il Sapone ed il Savonage nascono nell'Hammam e possono essere raccontati solo tra i suoi giochi di soffuse luci e vapori in dissolvenza.

L'Hammam fu il centro sociale e culturale della nascente civiltà islamica.

Ispirato alle terme romane, fu riproposto più piccolo e raccolto, organizzato intorno al bagno di vapore.

É composto da 3 ambienti principali:

  • Camekan, l'ingresso dell'Hammam (il frigidarium).
  • Sogukluk, una stanza di transizione per acclimatarsi (il tepidarium).
  • Hararet, stanza calda e piena di vapore (il calidarium).

Il rituale

Quando farlo? Sempre!

In inverno aiuta a prevenire problemi legati al raffreddamento, libera le vie respiratorie e combatte i dolori muscolari.

In estate, ha un'azione rinfrescante, molto utile nei giorni più torridi.
Rinnova l’abbronzatura facendola diventare più luminosa e duratura.

... nell'Hammam

... a casa vostra


Il Camekan

All'ingresso dell'Hammam, nello spogliatoio, ci si spoglia completamente e si riceve il "Pe Temal" un drappo per coprire le parti intime.

Il percorso inizia nel Camekan, una sala relativamente fresca e poco umida, dove ci si abbandona ad abluzioni di acqua tiepida e lavaggi di Sapone.

Ci si sosta adagiati su delle panche di marmo tiepido, sorseggiando infusi, intrattenendosi con una pacata attività sociale, fino a quando la mente non risulterà libera dal mondo esterno.

"frigidarium"

Il Vostro Camekan

Mentre preparate un infuso; spogliatevi e indossate solo un asciugamano o un accappatoio.

Chiudete porte e finestre del bagno, lasciando scorrere l'acqua calda della vasca o della doccia.

Sdraiatevi nella vasca da bagno o entrate nella doccia, lasciando scorrere l'acqua calda sul vostro corpo e passandoci una spugna insaponata.

Sorseggiate infusi (i liquidi saranno importanti).


Il Sogukluk

Si entra nel Sogukluk, una stanza di transizione con una temperatura tra 35-45°C, leggermente umida.

É dotata di panche e poltrone, sove si sosta, sorseggiando infusi, per prepararsi al passo successivo: l'Hararet, il vero cuore dell'Hammam.

Prima di entrare nell'Hararet ci si insapona, con un Savonage preparato al momento, emulsionando del Sapone con pregiati oli, essenze, spezie, minerali, argille e quant'altro.

"tepidarium"

Il Vostro Sogukluk

Restate nella vasca o nella doccia, aumentando la temperatura dell'acqua.

Se la vasca è piena o il box doccia è saturo di vapore, chiudete il deflusso dell'acqua.

Continuate a bere.

Insaponatevi con del Savonage, aggiungendo, se lo desiderate, i vostri ingredienti di preferenza.

Il vostro bagno è pronto per essere un Hararet, saturo di vapore.


L'Hararet

Il cuore dell'Hammam, la stanza satura di vapore (40-60°C).

Il vapore, insieme ai sali del Savonage, stimolerà al massimo la traspirazione della pelle che libererà i pori ostruiti. Liberi di assorbire gli oli, le essenze, le spezie, i minerali, le argille e quant'altro.

Al centro della sala è collocata la Gobekta,una grande lastra di marmo, su cui viene eseguito il Kese: la pulizia della pelle strofinata con un guanto di crine.

"calidarium"

Il Vostro Hararet

Il nostro bagno, a questo punto, sarà saturo di vapore, con una temperatura di almeno 40°C: un piccolo Hararet.

Rientriamo, insaponati, nel box doccia o sediamoci sul bordo vasca, lasciano che il vapore, in sinergia con il Savonage, faccia il suo lavoro.

Passiamo un  guanto di crine (kessa) sulla pelle insaponata, per rimuovere tutte le cellule morte che il capore ed il Savonage hanno prodotto e lasciamoci andare nella vasca o nella doccia per rimuovere l'insaponatura


Il ritorno al Camekan

All'uscita dall'Hararet vi aspetta una doccia, o tuffo in piscina, gelata.

Segue una fase di distensione, adagiati su panche in tiepido marmo, sorseggiando infusi per reidratare il proprio corpo e ompletare il rituale: si è compiuta la purificazione del corpo e dello spirito.

Ci si concede ad una pacata, in slow motion, attività sociale e a specifici trattamenti estetici con Savonage e/o Creme fresche e naturali: massaggi, rasature, maschere, impacchi, abluzioni d'acqua calda/fredda etc.

Se lo si desidera, si può ripetere il "giro caldo".

 

"frigidarium"

É l'ora del salotto

Effettuate un risciacquo freddo.
Asciugatevi ed, indossando un accappatoio o vestaglia, recatevi in salotto.

Accendete delle candele e adagiatevi sul divano, sorseggiando infusi.
Leggendo un libro, cucinate o fate quello che vi pare, purchè TV e SmartPhone rimangano spenti. 

Integrate trattamenti estetici specifici con Savonage e/o Creme fresche e naturali: massaggi, rasature, maschere, impacchi, abluzioni d'acqua calda/fredda etc.

Se lo si desidera, si può ripetere il "giro caldo".


Il Sapone di Nablus nello Beauty Skin Food

Colorare e profumare il Sapone di Nablus con i Beauty Skin Food, conferendogli le loro peculiari proprietà.